17 Gennaio Sant'Antonio Abate

FESTA DEGLI ANIMALI

C'è un Santo che è il protettore degli animali domestici. Il suo nome è Antonio Abate.

Perchè scrivere di lui......... per ricordare le nostre origini ed il valore delle tradizioni passate. Per ricordare che gli animali domestici fanno parte della vita dell'uomo dall'inizio degli inizi: non è una moda, quanto la vita....
La figura di Sant'Antonio viene da lontano: nelle regioni dell'area celtica esisteva un dio della luce “Lug” a cui erano consacrati animali come maiali e cinghiali. In occasione della sua festa si usava accendere fuochi per esortare il protettore a nutrire fecondamente la luce del nuovo anno.
I fuochi entrano anche nella tradizione per festeggiare Sant'Antonio Abate, poiché nella storia si narra che riuscì a scendere negli inferi per prendere del calore da donare agli uomini infreddoliti dal gelo rigido del tempo, e questo grazie alla complicità di un piccolo animale.... un maialino da lui curato e guarito.

Ecco che il 17 gennaio sul sagrato della Chiesa si benedicono gli animali, anche domestici. Lo scrittore Ghoete  nel suo scritto Viaggio in Italia  racconta di questa cerimonia adottando parole che creano immagini che riportano all'armonia dell'Eden




Curiosità:

All'uscita dell'autostrada di Padova, in direzione Venezia  dopo il casello di Padova Ovest, volgete lo sguardo a sinistra e vedrete la statua in bronzo del Santo con le braccia spalancate ed una miriade di animali in bronzo (e non solo) che lo circondano.
Un'immagine molto bella che porta immediatamente al valore del santo protettore.
Chissà quanti passerotti si vanno ad adagiare sulle sue mani, sulle sue spalle o sulla sua testa!
Pensate, una statua al servizio perenne degli animali........

 


Barbara Camilli

News Letter

Iscriviti alla nostra news letter e ricevi in presa diretta le nostre ultime novità


Ricevi HTML?

Grazie e Buona Vita

Login form

Nuove idee

Se queste idee non vi piacciono non importa: ne ho altre

Marshall McLuhan
 


Cambiamenti

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.

Gandhi


Solitudine

Si è più felici in solitudine che in compagnia. Non deriverà forse dal fatto che in solitudine si pensa alle cose e che in compagnia si è costretti a pensare alle persone?

Nicolas Chamfort


La pace

In definitiva, la pace si riduce al rispetto dei diritti inviolabili dell'uomo - opera di giustizia è la pace - mentre la guerra nasce dalla violazione di questi diritti.

Karol Jozef Wojtyla


Cadere

Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.

Johann Wolfgang von Goethe
 


Informativa sui Cookie

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.