La più antica forma vegetale piantata dall’uomo risale a circa diecimila anni fa, e sembrerebbe sia stata l’orzo, perché poteva crescere a quasi tutte le latitudini, si conservava a lungo, era facilmente trasportabile e nutriente. 

GustaMi ha deciso con la sua linea di prodotti mensili di renderlo protagonista nel mese di Gennaio e Febbraio. Presso i nostri punti vendita troverai il pane, i grissini, i cracker, i biscotti tutto a base di orzo Vieni e GustaLi

Le grandi civiltà (Cinesi, Egizi, Sumeri e Assiri) conoscevano bene la coltivazione di questa pianta. 
I Greci e Romani si alimentavano prevalentemente d’orzo (pane e zuppe), e ancora nel I° sec. Plinio il Vecchio poteva raccontare che nelle città greche i gladiatori erano alimentati con l’orzo. 
Successivamente questo cereale dall’alto potere nutritivo perse la sua centralità alimentare per l’affermarsi del frumento, più adatto alla panificazione (maggior contenuto di glutine) e più digeribile. 
Lo “hordeaum” divenne così un cibo rozzo da destinare alle classi inferiori (fondamentale fino a tutto il Medioevo), e i romani identificavano con il termine “hordearius” gli individui gonfi e pomposi o gli oratori indigesti. 

Questo cereale rappresenta ancora oggi la principale fonte alimentare nei paesi del Medio Oriente e dell’Africa Settentrionale. La sua trasformazione di maggior interesse prevede la maturazione dei frutti, attraverso cui si ottiene il malto, ingrediente necessario per preparare birra e whisky, o per insaporire i fiocchi di cereali. Con il cosiddetto orzo perlato, che ha granelli lavorati bianchi e tondeggianti, si fanno minestre e zuppe (soprattutto in Alto Adige e Friuli), mentre l’orzo definito “mondo” è più adatto a preparare un surrogato del caffè. 
Il “caffè d’orzo”, termine usato impropriamente in quanto non utilizza chicchi di caffè, dall’Ottocento e fino alla seconda metà del secolo scorso ha fatto parte con il latte e il pane secco della colazione tradizionale contadina. 
La tostatura del cereale era un piccolo rito da farsi davanti al focolare, dove si girava lentamente la tostatrice scaldata dalla cenere del fuoco. Ancora durante la seconda guerra mondiale l’orzo era una bevanda di vasto consumo (preparata assieme al miele diventava una super medicina), ma negli anni ’50 con la diffusione del benessere presso i vari strati sociali, il caffé d’orzo passò ad essere somministrato sopratutto alle persone anziane e ai bambini. 
Verso gli anni ’70 c’è stata la ripresa del consumo di questa bevanda per l’affermarsi della coscienza salutistico alimentare. Oggi al bar il caffé d’orzo costa più del classico caffé espresso. 

 

7 motivi per mangiare orzo

1. Protegge il sistema cardiovascolare. Contiene betaglucani, fibre vegetali solubili che contribuiscono a ridurre l’assorbimento di colesterolo, e tocotrienolo, una sostanza in grado di inibire la sintesi del colesterolo LDL.

2. Aiuta l’apparato gastrointestinale. È ricco di proteine, sali minerali e fibre, utili a chi soffre di problemi legati alla digestione. Stimola la produzione di succhi digestivi, aiuta la regolarità intestinale prevenendo la stitichezza. 

3. Offre benefici al cervello. È un alimento molto nutriente e per questo particolarmente indicato nell’alimentazione di anziani e bambini. Grazie al suo buon contenuto di fosforo apporta benefici alla capacità di concentrazione ed alla memoria.

4. Aiuta il controllo della glicemia. E' un carboidrato ha lento rilascio che serve a mantenere costanti i livelli di glucosio nel sangue. 

5. Fa bene alle ossa. Calcio, fosforo e rame garantiscono la salute delle ossa e rappresentano un buon rimedio per le malattie degenerative di tale apparato. 

6. Protegge la gola. I gargarismi a base di decotto d’orzo sono un noto rimedio naturale contro le infiammazioni del cavo orale. Viene spesso utilizzato anche come ingrediente per la preparazione di caramelle contro il mal di gola. 

7. Indicato per perdere peso. Il suo consumo genera un senso di sazietà maggiore rispetto a molti altri alimenti. Grazie a magnesio e manganese accelera il metabolismo ed è particolarmente indicato per le persone che soffrono di gonfiore addominale. Le fibre solubili e insolubili presenti facilitano la rimozione delle tossine e delle sostanze grasse.  



 

News Letter

Iscriviti alla nostra news letter e ricevi in presa diretta le nostre ultime novità


Ricevi HTML?

Grazie e Buona Vita

Login form

Legno buono

Il legno buono non cresce negli agi. Più il vento è forte più gli alberi sono forti.

Detto indiano
 


Le verità

Le verità che contano, i grandi principi, alla fine, restano sempre due o tre. Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino.

Enzo Biagi


La pace

In definitiva, la pace si riduce al rispetto dei diritti inviolabili dell'uomo - opera di giustizia è la pace - mentre la guerra nasce dalla violazione di questi diritti.

Karol Jozef Wojtyla


Temere

E' inutile temere cio' che non si puo' evitare

proverbio latino


Tu potrai modellarti

Non ti abbiamo fatto né di cielo né di terra, né mortale né immortale, cosicché con libera scelta e con onore, come creatore e artefice di te stesso, tu potrai modellarti nella forma che preferirai. Dal giudizio del tuo spirito ti verrà il potere di rinascere in forme più alte, che sono divine.

Pico della Mirandola


Informativa sui Cookie

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.