Il mese di Settembre conta 30 giorni. Dal latino september, a sua volta da septem, "sette", perché nell’antica Roma l’anno cominciava a Marzo.
Al mese ora corrisponde il numero nove (9), questo secondo gli studiosi assume un particolare significato: innanzitutto rappresenta la Trinità primordiale, che si suddivide per tre, formando i nove principi su cui si regge il cosmo. nove sono le sephiroth ebraiche e gli ordini angelici. Graficamente il 9 vuole rappresentare il processo di germinazione esprimendo così la bontà divina che scende sul mondo a fecondare.
Accanto a miti e simboli del mese di Settembre, numerose sono le ricorrenze in tutta Italia. Ne ricordo qualcuna: la “Macchina” di Santa Rosa a Viterbo; la Madonna nera di Tindari

Il giorno 22, corrisponde con l'Equinozio d'Autunno, iniziando così la stagione autunnale.
Tipici di questo periodo sono gli odori che investono l’aria, i colori che affollano le aree verdi e gli ultimi frutti estivi che entrano nelle tavole. Colori, odori e sapori che fanno sentire la gioia e l’entusiasmo di riprendere la programmazione del proprio cammino di vita lavorativo, personale e familiare. Fateci caso e lo sentirete anche voi!
In questo periodo le giornate si accorciano, la temperatura dell'aria si rinfresca il tutto per l’approssimarsi della stagione autunnale, periodo in cui la natura si prepara al suo lungo sonno; per farlo la natura ha predisposto che gli elementi vegetali bevano avidamente dalle radici gli ultimi raggi di sole.
Curiosità
Nel Medioevo Settembre era rappresentato da un gruppo di persone intente alla vendemmia.
 

 

Poesia del Mese

Settembre, andiamo. E' tempo di migrare.
Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all'Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.

Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d'acqua natía
rimanga ne' cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d'avellano.

E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!

Ora lungh'esso il litoral cammina
la greggia. Senza mutamento è l'aria.
il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquío, calpestío, dolci romori.

Ah perché non son io cò miei pastori?

[I Pastori di Gabriele D'Annunzio (1863-1938)]



Proverbi

Di Settembre l'uva rende e il fico pende

Aria settembrina fresco la sera e fresco la mattina

A SAN MATTEO ( 22 settembre ) TUTTO IL MOSTO E' MIO (Indica l'inizio della vendemmia)

 

 

Il cielo di Settembre

Ci consente di osservare ancora per buona parte del mese tutte le costellazioni che hanno caratterizzato la volta celeste nella parte centrale dell’estate. Gradatamente però questi astri tendono a spostati verso occidente dove si accingono a tramontare fino a risultare poco visibili. È possibile però osservare nelle prime ore della sera lo Scorpione, seguito dal Sagittario.
 

Gli alimenti del mese:

l’altea: spegne tutte le infiammazioni;
il basilico: risolleva l’umore e scioglie la fatica;
il fico: la sua dolcezza infonde buon umore ed energia;
uva e vite: succo vitale che ricorda quello materno soccorre le ghiandole linfatiche;
betulla: rigenera i terreni interni;
sedano: ricco in Sali minerali è un valido equilibratore acido basico del sangue;
l’ortica: ricca di ferro aiuta ad equilibrare molti apparati dell’organismo;
la melanzana: stimola le funzioni digestive;
il finocchio: valido aiuto che calma i bruciori di stomaco;
nocciolo: energetico e depurativo contiene importanti oli.



Barbara Camilli