Questo mese, carico di aspettative e di propositi per il nuovo anno lavorativo, scolastico e di rinnovamento del corpo, vede nell'orzo un ottimo cereale che aiuta nel processo di “rinnovamento”.
Cereale ricco di fosforo, ferro, calcio, potassio, vitamina PP, magnesio e silicio (elementi utili per la funzionalità del sistema nervoso), ma anche di vitamina A (utile nella protezione della pelle).
L'orzo è molto facile da digerire ed è altamente energetico, tanto che in passato veniva utilizzato in tutti gli ospedali, inoltre è rimineralizzante delle ossa poiché ricco di fosforo, previene le affezioni polmonari e cardiovascolari, è nutriente e tonico, ed è molto indicato in caso di gastriti, coliti e cistiti. Importanti poi le sue proprietà antinfiammatorie ed emollienti, oltre che lassative.
Ippocrate, il padre della medicina, lo riteneva un alimento ottimo per la digestione e con un alto valore energetico, consigliava ai suoi pazienti di mangiare solo zuppa d'orzo in caso di malattia e nient'altro. Pare che ne facevano largo uso i gladiatori, che erano anche soprannominati hordearii, ossia mangiatori d’orzo.

Ma veniamo alla ricetta del mese.....

Fantasia d'orzo

300 gr di orzo perlato
6 zucchine
4 spicchi d'aglio,
zafferano,
basilico q.b. O prezzemolo in alternativa,
sale marino integrale.
shoyu

Lessate l'orzo per circa mezz'ora in acqua salata. Nel frattempo in una padella fate andare la zucchina con l'olio e l'aglio e fate cuocere per circa una decina di minuti. A fine cottura aggiungete lo shoyu e spegnete.
Sciogliete lo zafferano in poca acqua calza e aggiungetevi l'orzo a fine cottura, dopodichè fate saltare la verdura con l'orzo per qualche minuto aggiungendo poi le foglie di basilico o il prezzemolo.



Barbara Camilli

Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Read more
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline